top of page
Cerca
  • Eugenia Peri

Silenzio prego...

Un piccolo aiuto durante i pianti disperati.

Immagino sia capitato a tutti di dover tenere in braccio un bimbo inconsolabile, soprattutto i primi mesi. Magari di notte, dopo aver tentato di tutto per farlo calmare...Può essere estenuante. Chiedere aiuto al partner è sempre il consiglio più valido, per poter riposare e condividere la fatica di dover restare svegli senza sapere come fare con un piccolino urlante.

A volte non è possibile avere l'aiuto che vorremmo, e proprio da questo nasce il primo Consiglio non Richiesto: si può trovare conforto usando gli auricolari o i tappi per le orecchie.

Ovviamente non sto parlando di mettersi i tappi per ignorare il bimbo piangente, ma di portarli per attutire il pianto che inevitabilmente, avendo il bimbo in braccio, vi arriva dritto dritto nelle orecchie. Vi assicuro che continuerete a sentire il bimbo piangere, solo sarà un po' più tollerabile e quindi sarà più facile continuare a cercare di consolarlo finché non riuscirete a calmarlo.

Se non vi sentite tranquilli mentre li portate potete sempre metterli via in fretta e sarà come se non fosse successo nulla...tentar non nuoce!

4 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page